Ricordo che da piccola disegnavo tantissimo con mia madre e mia sorella, che a scuola educazione artistica era (quasi) l’unica materia in cui andavo bene e con il diploma di decorazione pittorica ho capito che quella era l’unica strada da percorrere ed ampliare.

Mi sono iscritta quindi all’Accademia di Belle Arti di Macerata orientando però il mio percorso di studi sulla comunicazione visiva frequentando corsi di graphic design e storia del cinema.
Per assurdo frequentando l’Accademia ho quasi smesso di disegnare, mi dedicavo principalmente alla grafica e guardavo moltissimi film.